IL BRAND, LA NASCITA E IL VALORE DI UN SIMBOLO.

Conversazioni Creative

di Carmelo Cammardella - Creative Director

Pubblicazione APRILE 2022 | FRI COMMUNICATION

Il brand,
la nascita e il valore di un simbolo.

Il brand è l’evoluzione naturale di un protagonista simbolico attraverso quel viaggio che raggruppa e custodisce le culture millenarie nel tempo.

Gli antichi Egizi raffiguravano e affidavano alla storia quei segni di una cultura che ancora oggi vive, ci parla e ci riporta nell’antichità.
Successivamente i greci attorno al 900 a.C. furono i primi ad introdurre la grande innovazione della scrittura, che passando dalle dinamiche del tratto fenicio, ha poi delineato i tratti fondamentali utilizzati ancora nel nostro tempo.
E da qui che inizia il viaggio del brand lungo i cambiamenti storici che hanno caratterizzato i popoli occidentali.

Il brand come esplicito simbolo proprio di quella cultura millenaria dei popoli, oggi rappresenta l’asset intangibile delle aziende che mettono al centro di tutto la creazione del valore che va oltre il segno grafico. Lavorando su concetti astratti e segni che assumono un significato sempre più in grado di evolversi durante un determinato ciclo di vita, portano il prodotto, ad essere esempio perfetto di quella rappresentazione che altro non è se non il segno visivo che prende forma, si trasforma e si adatta ai mutamenti sociali caratterizzati dal tempo in cui viviamo.
Ogni brand che si rispetti viene ricordato e identificato facilmente dal consumatore se associato a una sola parola/concetto che ne esprima l’essenza e il comportamento di un prodotto fondato su rapporto di fidelizzazione con il cliente.

Se parliamo oggi di brand lo facciamo riferendoci ad una personalità specifica costruita per un marchio. E questa personalità ha a che fare direttamente con quel bene più prezioso che definisce un’azienda. Una brand identity ben delineata è il fulcro di un’intera filosofia aziendale. E per fare in modo che questa sia unica ed efficace deve essere ben presente nel messaggio che la rappresenta una strategia perfetta collegata in maniera impeccabile ad un giusto advertising.
Tutto questo è finalizzato affinché si venga a creare quella reale e profonda consapevolezza che fa di un marchio e della sua storia una perfetta brand awareness.
E se parliamo di marchi che siano ben riconoscibili dobbiamo sempre fare riferimento quindi ad una buona comunicazione. Qual è la motivazione reale che decreta il successo di un dato brand? Sicuramente una capacità forte di generare fiducia quasi totale nel consumatore. Questo legame si va rafforzando con le continue conferme di quelli che sono i valori intrinsechi del marchio stesso.

La brand loyalty diventa allora la certezza di una catena comunicativa che genera una reale interazione. E nel momento esatto in cui questa perfetta sincronia riesce ad entrare nell’immaginario collettivo ecco che il marchio tende a vivere per sempre, toccando più generazioni. L’insieme di tutte quelle che sono le vibrazioni percettive suscitate da un dato messaggio crea, se ben comunicato, quella brand reputation che fa da cornice alla storia e alle aspettative dell’azienda che in esse si riflette. Il processo che si crea è di per sé naturale e porta ad una interconnessione tra l’azione svolta dal marchio e la percezione profonda avvertita dal consumatore.

Questa va poi analizzata attraverso ogni tipologia di contesto economico-sociale e attraverso le tante strategie che vanno a veicolare la trasmissione del messaggio stesso. Questo complesso piano di comunicazione porta ad una brand reputation di alto livello qualitativo che può fare la differenza. L’identità di un marchio però va anche costruita attraverso quei punti che la rendono una realtà in continuo cambiamento. Con questo si intende che l’innovazione deve essere uno dei punti principali a cui fare riferimento. Un marchio che si rispetti per i suoi valori deve anche prospettare una corporate culture all’interno del proprio asset operativo. Perché la prima vera leadership e reputation deve nascere come primo step proprio nel cuore dell’azienda. Affinché aumenti sempre di più quella che è la qualità del brand che viene percepita dal cliente va costruita prima di tutto una strategia di marketing che affondi i suoi Know How nella dimensione digital di ultima generazione.

Che allora la comunicazione si avvalga sempre di contenuti di alta qualità e che l’esperienza che ne fa il consumatore e il suo ascolto siano al primo posto nella lista delle cose da fare. Solo così un brand potrà realmente marchiare a fuoco il mercato riuscendo a cambiarne anche le attuali tendenze.
Quello a cui oggi con maggior evidenza assistiamo è la voglia affannosa di conquistare nuovi spazi, nuovi clienti per accrescere le quote di mercato.
Tutti vogliono apparire, ma il mercato detta le sue regole. Il brand è in cambiamento e la sua camaleontica trasformazione continua a generare errate sfide. Riuscire a creare valori reali che siano condivisibili per la società diventa allora il modo migliore per tracciare una strada individuando uno spazio distintivo e di fiducia all’interno di un mercato che corre continuamente verso il podio. FRI affianca i propri clienti per contribuire alla costruzione di un posizionamento creativo basato sulla distinzione, sull’ interpretazione dei nuovi scenari e le tendenze di consumo al fine di creare esperienze che fanno di un brand la differenza indelebile nel tempo.

SHARE


Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
Share on print
Print

LATEST ARTICLES

ARCHITETTURA DELLA COMUNICAZIONE. La NUOVA SFIDA PER AZIENDE E CONSUMATORI.

Conversazioni Creative di Carmelo Cammardella – Creative Director Pubblicazione Maggio 2022 | FRI COMMUNICATION Architettura della comunicazione. La nuova sfida per aziende e consumatori. Creare ecosistemi in grado di far incontrare le esigenze del business con le opportunità offerte dalle nuove tecnologie è la sfida di oggi. La rete, l’infinito organismo vivente del mondo contemporaneo, […]

IL POTERE DELL’IMMAGINE

Conversazioni Creative di Carmelo Cammardella – Creative Director Pubblicazione Maggio 2022 |

DIGITAL, l’evoluzione della comunicazione

Conversazioni Creative di Carmelo Cammardella – Creative Director Pubblicazione Maggio 2022 | FRI COMMUNICATION Digital, L’evoluzione della ComUNICAZIONE Sappiamo che la Comunicazione mediata dal computer (in acronimo CMC), è una linea evolutiva e di ricerca che ha portato negli anni venti lo studio sul collegamento tra le tecnologie dell’informazione, unitamente al computer, su comunicazione a […]

L’EVENTO è tra i primi mezzi di comunicazione di massa, che coinvolge persone, stakeholder e consumatori, sotto un ombrello multi target.

Conversazioni Creative di Carmelo Cammardella – Creative Director Pubblicazione APRILE 2022 |

IL BRAND, LA NASCITA E IL VALORE DI UN SIMBOLO.

Conversazioni Creative di Carmelo Cammardella – Creative Director Pubblicazione APRILE 2022 | FRI COMMUNICATION Il brand, la nascita e il valore di un simbolo. Il brand è l’evoluzione naturale di un protagonista simbolico attraverso quel viaggio che raggruppa e custodisce le culture millenarie nel tempo. Gli antichi Egizi raffiguravano e affidavano alla storia quei segni […]

Viaggio nel tempo. Il marketing e le nuove tecnologie

Conversazioni Creative di Carmelo Cammardella – Creative Director Pubblicazione APRILE 2022 | FRI COMMUNICATION VIAGGIO NEL TEmpo. Il marketing e le nuove tecnologie Il nostro tempo segna il passo e illumina il percorso per interagire con i clienti della nuova generazione. Su questa scia anche il marketing si sta trasformando e lo spettatore diventa attore […]

Filippo Cammardella
Account Supervisor

f.cammardella@fricommunication.com
+39 | 388 94 72 117

Paola Donadello
Sales Account Manager

p.donadello@fricommunication.com
+39 | 388 94 72 116